Una concatenazione di eventi imprevisti e sfortunati può far sorgere il dubbio di avere il malocchio. Come eliminarlo? Allontanare le energie negative fa affrontare la vita al meglio delle proprio possibilità.

Con la parola malocchio si intende un occhio malevolo, pervaso di cattive intenzioni; si tratta di energie negativa inviate con lo sguardo. Questo accade sia con l’osservazione diretta della persona, o tramite una sua immagine.

L’occhio citato quindi è quello non della vittima, ma di colui che getta la iettatura. Ecco spiegato anche perché è importante individuare chi ha gettato il malocchio, evitando così il suo sguardo e le possibili conseguenze nefaste. Gli effetti agiscono su chi il malocchio lo riceve. Prima ancora di pensare a come eliminarlo, o a chi chiedere aiuto, il primo passo da fare è capire se qualcuno vi ha fatto il malocchio

Come riconoscere la presenza del malocchio

Il malocchio si concretizza in episodi sventurati per colui che ne è vittima. Questi possono accade sia in ambito professionale o finanziario che nella sfera personale e amorosa. Talvolta, addirittura, la sfortuna si manifesta contemporaneamente in diversi settori della vita, e incomprensibilmente ci si trova tanto a discutere sul lavoro quando ad avere intoppi in casa.

Ma anche alcuni sintomi fisici possono essere sintomo di una maledizione (come ci spiega https://www.operatoriesotericimagianera.com/ ). Chi subisce il malocchio avverte mal di testa, anche molto forte e persistente; un senso di nausea inspiegabile, accompagnato anche da episodi di vomito; cattivo umore costante fino alla depressione.

Rivolgersi a un guaritore, con attenzione

Chi teme di subire il malocchio può decidere di rivolgersi a un guaritore. Ma attenzione: non esistono riconoscimenti ufficiali per guaritori affidabili; il mondo – reale e virtuale – è pieno di personaggi che, nel migliore dei casi, si improvvisano tali. Quindi fate le dovute verifiche prima di rivolgervi a uno di essi.

Quando trovate una persona degna di fiducia, potete chiedere di verificare la presenza del malocchio e aiutarvi a eliminarlo. Uno dei riti più conosciuti è quello dell’olio e dell’acqua. Il guaritore prende un piatto con dell’acqua e lo pone di fronte alla possibile vittima; fa tre volte il segno della croce, recita formule rituali e versa delle gocce di olio. Se queste si allargano, il responso è effettivamente di presenza di un malocchio. Se invece le gocce restano a galla normalmente, non si registrano contatti con riti malefici.

Sconfiggere il malocchio da soli

Se pensate di essere oppressi da malocchio, potete mettere in atto alcune strategie per allontanarlo o limitarne gli effetti. Uno di questi è servirsi di amuleti, ovvero di oggetti intrisi di valore positivo. Averli vicino, o indossarli in caso di gioielli o abiti, crea una sorta di ‘corazza’ contro gli influssi negativi.

Anche le preghiere hanno l’obiettivo di ottenere una protezione, in questo caso rivolgendosi al proprio angelo custode o a un santo cui si è devoti.

Infine, se supponete chi possa essere l’artefice del malocchio a vostro danno, individuate oggetti o regali provenienti da quella persona e sbarazzatevene; potrebbe portare influssi negativi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here