Lei si chiama Greta Thunberg, ed ha solo 16 anni questa ragazzina la conosce tutto il mondo. No perché ha subito violenza, no perché è una ragazza con problemi che ha ricevuto bullismo, ma è famosa in tutto l’universo perché è un’attivista che si battendo contro il cambiamento del clima. Greta anche se è giovanissima grazie al suo carattere tenace, che vuole combattere tutto ciò che di negativo la circonda, è riuscita nel dare vita, coinvolgendo milioni di persone, ad un movimento di protesta.

Greta Thunberg comincia lo sciopero scolastico per il clima

Greta è nata a Stoccolma il 3 gennaio 2003, la madre si chiama Malena Ernman ed è una cantante d’opera il padre Svante Thunberg è un attore. L’ avventura della nostra piccola protagonista è cominciata 20 agosto 2018, quando Greta, ha stabilito di non recarsi più a scuola di venerdi.

Infatti, tutti i venerdì mattina, Greta si posiziona di fronte al Riksdag, “parlamento svedese”, restando lì, con il suo cartellone che stringe forte fra le sue manine, dove vi è scritto: Skolstrejk för klimatet,sciopero scolastico per il clima”. Al principio era sola, aveva il sostegno solo dei suoi famigliari, che incoraggiavano la figlia, poi ecco che piano piano la protesta della sedicenne è divenuta virale.

Talmente coinvolgente sono state le parole di Greta che a dicembre lei è stata invitata alla Cop24, la ventiquattresima conferenza sul clima che si è tenuta a Katovice, in Polonia, dove la ragazza ha potuto esprimere i suoi pensieri.

La battaglia di Greta per l’ambiente

Greta sta lottando per l’ambiente, dopo che ha visto la notizia drammatica che, un’ondata di calore ha distrutto con vari incendi il Paese. Lei avrebbe chiesto varie volte al Governo di diminuire le diffusioni di carbonio come previsto nell’ intesa di Parigi sul mutamento climatico, ma tutto ciò non ha avuto nessun riscontro.

Quindi, la studentessa ha deciso di rimanere seduta davanti al Parlamento, tutti i venerdì, da sola. Oggi alla coraggiosa 16enne si sono unite centinaia e centinaia di persone, che hanno incominciato nel condividere lo slogan di Greta: “Skolstrejk för klimatet”, sciopero della scuola per il clima.

Lo sciopero intitolato: “Il venerdì per il futuro”

Il 15 marzo 2019…pochi giorni fa, questa allieva, è stata capace di riunire tantissime persone nello sciopero sopranominato: “Il venerdì per il futuro”, o “sciopero scolastico per il clima”, dove decine di migliaia di studenti del mondo hanno partecipando alla una protesta programmata per implorare ai governi, azioni più energiche per ostacolare la trasformazione climatica e il riscaldamento globale.

Lo sciopero detto anche “Venerdì per il futuro” è scaturito dopo la protesta cominciata da Greta Thunberg, lei oggi è divenuta la figura più famosa del mondo, grazie al nuovo movimento ecologista studentesco. La ragazza con la sua audacia e la sua voglia di non desistere mai, è il leader di migliaia di giovani preparati nel scendere nelle piazze per esigere un’azione concreta dei governi contro la metamorfosi che sta subendo il nostro clima. “Occorre agire immediatamente per il clima – ha detto Greta -. Come se la vostra casa fosse in fiamme”.

Greta forse avrà il Nobel per la Pace?

Oggi Greta è la capostipite nell’ affrontare questo problema, infatti grazie a lei, nel mondo, compresa l’Italia si sono creati ben 1.325 cortei. Una ragazzina che è stata in grado di comunicare, con la sua sola forza, al mondo intero quello che l’aria sta subendo.

Voci di corridoi comunicano che, Greta potrebbe anche arrivare nel ottenere il Nobel per la Pace, in quanto la 16enne è stata proposta per prendere il famoso premio nel 2019. Lei, logicamente è molto emozionata, di tutto ciò che ha fatto succedere e anche nel vedere che è amata da tantissime persone. Su Twitter ha comunicato che proseguirà la sua battaglia aspettando che i Governi si svegliano per attuare un qualcosa di concreto per aiutare il suo clima, il tuo clima, il nostro clima.

Greta Thunberg ha la sindrome di Asperger

Greta Thunberg con le sue trecce lunghe e il cappellino di lana, oggi è donna eroica globale. Lei rispecchia i giovani che non si arrendono mai, che non hanno paura di nulla ed in modo pacifiste educato combatte per avere un futuro migliore per tutta l’umanità.

Su Twitter si dichiara come “un’attivista per il clima con Asperger” e ha di 250mila follower.

Greta ha iniziato a lottare per se stessa, con i suoi genitori, per la sua salute precaria, poiché a soli 11 anni le è stata riconosciuta la sindrome di Asperger, che “aderisce” allo spettro autistico. A svelare questo problema della sua persona è stata proprio la 16enne, ospite di un Ted Talk nel 2018.

“A 11 anni mi sono ammalata. Ho smesso di parlare e di mangiare. In due mesi ho perso 10 chili. Più tardi mi è stata diagnosticata la sindrome di Asperger e un mutismo selettivo. In pratica parlo solo quando ritengo sia necessario. Questo è uno di quei momenti”.

Questa ragazzina svedese ha coraggio da vendere.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here