Politiche di risparmi energetico a guida Sarnataro per l’amministrazione di Mugnano che continua senza sosta nella rivoluzione dell’illuminazione grazie alla luce led. Dopo via Napoli, l’anno si è aperto con l’istallazione dei lampioni a Led anche a Mugnano 2000. In particolare lungo la via Cesare Pavese la ditta ha eseguito lavori di sostituzione sia dei vecchi corpi illuminanti, con lampadine a led di ultimissima generazione, sia dei pali della luce ormai obsoleti e usurati notevolmente. Continua il lavoro di ricambio, proiezione e futuro anche nel centro storico con la sostituzione dei lampioni con i fari a led.   “Si tratta di interventi a costo zero per il Comune, che ci consentiranno un risparmio energetico del 50 per cento – spiega il sindaco Luigi Sarnataro – L’obiettivo è quello di riuscire, con il tempo, a sostituire con il led tutto l’impianto di illuminazione pubblica, così da ridurre e stabilizzare le emissioni di anidride carbonica. Siamo tra i Comuni più all’avanguardia sul fronte delle energie rinnovabili e sostenibili”.

Un trend positivo

Per il risparmio energetico quello di Mugnano è un esempio che tante comunità e città dovrebbero prendere in considerazione, visto che gli effetti benefici e positivi non hanno gara con i contro della scelta. Roma è stata la prima grande città a sperimentare l’inserimento e la sostituzione dei vecchi fari con luci led ma purtroppo la cosa non ha avuto ancora  l’effetto sperato e non ha fatto presa sui cittadini tant’è che alcuni quartieri sono tornate alla vecchia illuminazione, speriamo che il trend possa prendere la strada esemplare della città napoletana di Mugnano. Il risparmio energetico non sarà solo per le casse comunali ma anche per l’ambiente e per l’inquinamento visivo delle città italiane. Staremo a vedere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here