Oggi vedremo insieme che cosa è fake news, cosa vuol dire e come si può fare per identificare una fake news. Il termine fake news deriva dalla lingua inglese che tradotta in italiano vuol dire” notizia falsa”, noi italiano per abbreviare questa parola tante volte la appelliamo una grande bufala…frottola…

Perché nasce una notizia falsa?

Bè, la risposta è molto elementare, una notizia falsa viene prodotta sui motori di ricerca per ottenere tanti like oppure visualizzazioni, o provocare emozioni negative al lettore. Tutti i giorni, in tutte le ore su internet sono pubblicati video, foto emozionanti, tristi, coinvolgenti.

Solo se pensiamo che ogni 60 secondi sono condivisi sul web oltre 3 milioni di contenuti e su Facebook vengono create oltre 2 milioni di ricerche. Per farmi comprendere meglio, cerco di fare un esempio.

Durante la giornate entri nel tuo diario di Facebook e vedi cani simpatici, video commoventi di persone, informazioni dell’ultima ora, informazioni anche notizie correnti come, le guerre che si stanno svolgendo nel mondo, le quali causano la morte di tante persone innocenti, episodi di malasanità ed ecc. Scorri più o meno superficialmente quasi tutte le notizie, osservi i video, sorridi o ti commuovi, ed ecco che il tuo dito automaticamente clicca su “mi piace”, perché casomai quella notizia di ha colpito.

Questa funzione perversa può andar bene per i video dei cani simpatici ma, pubblicare fake news su notizie di cronaca o di attualità, non va assolutamente bene, quindi dovremmo controllare le notizie prima di mettere il popolare “mi piace”, in modo tale da fermare questi utenti che pubblicano cose non vere.

Come vedere se state leggendo una fake news?

1 Esaminate ogni volta che avete un dubbio l’indirizzo Web

2 Date una guardata alla sezione “Chi siamo”

3 Non fidatevi dei titoli esageratamente urlati

4 Risalite alla fonte principale della notizia

5 Cercate sempre altre dichiarazioni

6 Verificate la città e la data di pubblicazione

7 Attenti ai fotomontaggi

8 Riflette te prima di condividere

 

Piattaforme per scoprire una notizia che è una bufala

Per scoprire se la notizia che state leggendo è una bufala vi posso consigliare diverse piattaforme le quali vi potranno levare ogni vostro dubbio.

TinEye di aiuta per capire se l’immagine è finta

Da precisare che accanto ad una fake news, sono abbinate anche delle immagini vere ma, che non riguardano la news che state leggendo. In questa situazione basta introdurre l’immagine su Google oppure potete adoperare https://www.tineye.com/ un sito che consente non solo di vedere di che immagine si tratta, ma anche di sapere su quale sito è stata adoperata online.

Scoprire una foto ritoccata con Fotoforensics

Questo sito http://fotoforensics.com/ in pochi minuti vi dà l’opportunità di scoprire una foto ritoccata, è una piattaforma validissima per indagare, se una ragazza con un corpo bellissimo che ti “spedisci” fotografie seducenti sia realmente un meraviglia oppure è il prodigio della tecnologia, in questo caso un Photoshop stupendo.

Con Fotoforensics si può scoprire qualsiasi foto, se hai qualche dubbio di un fotomontaggio, con questo sito i il tuo dubbio viene risolto.

Dopo che hai caricata l’immagine, puoi controllare se ci sono pixel nascosti nella fotografia, e si possono anche vedere diverse dati utili all’identificazione dei fake. Le immagini ampliano il fascino delle notizie inserire sui social network e varie volte, chi vuole ottenere più visite, più mi piace, su notizie false manovra le immagini.

Ecco una notizia che si presume sia falsa.

Pochi giorni fa in un Paese africano l’infermiera Elizabeth Mwewa ha dichiarato, di aver spostato circa 5mila bebè. Questa comunicazione ha creato nel mondo tantissimi lettori, ma le Forze dell’Ordine, che stanno investigando sul fatto, hanno appurato che non vi è stata nessuna infermiera con questo nome che abbia lavorato presso ospedale Lusaka. Quindi, ora la Polizia suppone che questa notizia sia un fake: Ecco l’articolo intero   

Facebook Google e WhatsApp contro le bufalate in rete

Google, Facebook e WhatsApp, sono state di questa situazione ed stanno cercando di creare una tecnica per combattere e fermare queste notizie false.

Google vorrebbe tagliare i guadagni della pubblicitari ai siti che divulgano notizie false, invece Mark Zuckerberg sta testando un recente tool che consente di mostrare un contenuto falso, mostrando il link dello stesso ed classificarlo come “notizia non vera”.

WhatsApp sembra che, con l’ultimo aggiornamento offrirà al suo utente una funzione con cui l’app identificherà in automatico i cosiddetti messaggi recapitati assiduamente, tipo possibili minacce, bufale e catene. Quindi, chi amministra i tanti gruppi WhatsApp avrà la possibilità di scegliere una moderna impostazione, valida per eludere i membri di questi dialoghi che possano consegnare in queste chat i sopraindicati messaggi.

Questi individui, che si trovano nei gruppi e svolgono i loro dialoghi con i vari utenti, saranno contrassegnati da una targhetta, la quale farà capire velocemente al mittente, di non fidarsi di questa persona.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here