Il Monza ha grandi ambizioni per il suo futuro: il club, di proprietà di Silvio Berlusconi, il cui presidente è il fratello Paolo e che vede Adriano Galliani come amministratore delegato, ha messo a segno un altro colpo di mercato importante, proveniente dalla serie A, dopo Kevin Prince Boateng e Mario Balotelli.
Il club attualmente milita in serie B, ma non nasconde il suo progetto di raggiungere la massima serie quanto prima, anche grazie alla linea di mercato attuata, la quale prevede di affiancare alle sue giovani promesse giocatori più esperti, capaci di mettere in campo tutta la loro esperienza.
Si inserisce in quest’ottica anche l’acquisto, recentemente formalizzato, di Federico Ricci: il 26enne esterno è arrivato al club brianzolo in prestito dal Sassuolo, nota fucina di talenti già da diversi anni.

Biografia calcistica

Il nuovo rinforzo per la squadra di Cristian Brocchi, nasce a Roma nel 1994 e proprio nelle giovanili del club giallorosso ha mosso i primi passi insieme al fratello gemello Matteo (centrocampista attualmente in forza allo Spezia, team neo promosso in serie A); il suo esordio in serie A avviene nel 2013, a 19 anni.
Successivamente, nel 2014, viene ceduto in prestito al Crotone, in serie B, in cui rimarrà per due stagioni, contribuendo con i suoi 11 goal alla promozione del club in massima serie.

Torna alla Roma nella stagione 2016-17, ma è solo di passaggio: viene infatti presto ceduto al Sassuolo in prestito, ma con diritto di riscatto, formula che gli consentirà di diventare a tutti gli effetti un giocatore del club romagnolo alla fine della stessa stagione. A quell’anno si deve anche il suo esordio in una competizione europea: parliamo della partita di Europa League vinta dal suo team contro l’Athletic Bilbao.

A fine stagione, il Sassuolo cede Ricci al Genoa, in prestito; poco utilizzato, torna a titolo temporaneo al Crotone. Successivamente passa al Benevento e allo Spezia, dove ritrova il gemello Matteo; festeggia la storica prima promozione del club in serie A e fa ritorno al Sassuolo, in cui però non riesce a trovare spazio, a causa di infortuni e Covid, da qui la decisione di cederlo al Monza nel mercato invernale ancora in corso, con la formula del prestito gratuito, ma con bonus in caso di promozione in serie A.

Ma Ricci ha militato anche in Nazionale: ha esordito nell’Under 20 nel 2014, passando all’Under 21 nel 2016.
Nel suo palmarès trovano posto la vittoria del campionato Allievi Nazionali, conquistato con la Roma nella stagione 2009-10, una Coppa Italia Primavera e una Supercoppa Primavera, sempre con lo stesso club nel 2012.
Il suo ruolo è ala destra, ma non disdegna l’impiego a sinistra e come trequartista; insomma, come dimostra la sua carriera finora, è un giocatore molto duttile. Di lui mister Brocchi ha avuto parole di elogio, non appena si è saputo del suo trasferimento, definendolo un esterno molto capace a cucire il gioco e con caratteristiche diverse da Boateng, ma pur sempre molto utili ai fini del suo impiego nel Monza.

Il Monza

L’Associazione Calcio Monza, meglio conosciuta semplicemente come Monza, attualmente milita nel campionato cadetto di serie B; è una delle squadre con più presenze, in quanto ha preso parte a ben 39 edizioni della seconda divisione italiana, senza però riuscire a raggiungere la promozione in serie A.
Il club ha avuto alterne fortune, ma nella sua lunga storia (è infatti stata fondata nel 1912 dalla fusione di Pro Italia e Pro Monza) non ha mai perso coraggio e intraprendenza, sopravvivendo persino a diversi fallimenti societari.

Il club è tornato alla ribalta delle cronache nel 2018, con l’acquisizione del club da parte di Silvio Berlusconi: sul sito ufficiale del Monza se ne parla come del romantico progetto biancorosso che ha già dato i suoi frutti, con la promozione in serie B dopo 19 anni di assenza.
Va da sé che il grande sogno resti la serie A: attualmente il club è quarto in classifica e la strada è ancora lunga. Anche perché, come si è accennato precedentemente, la linea societaria in fatto di acquisti è parecchio sfacciata: al Monza sono arrivate due vecchie conoscenze del Milan, ovvero Boateng e Balotelli. Il primo, reduce dall’ingaggio con la Fiorentina a cui è seguita la deludente esperienza del prestito alla squadra turca del Besiktas; il secondo, rimasto svincolato dopo la rescissione del suo contratto con il Brescia.

Entrambi hanno alle spalle una lunga carriera e hanno militato in tanti club importanti e sono caratterizzati dal carattere forte e dalla grande personalità, sia dentro che fuori dal campo.
Silvio Berlusconi e Adriano Galliani li hanno fortemente voluti al Monza: si tratta di un grande attestato di stima da parte di due vecchie volpi del calcio italiano, che hanno voluto rilanciare la carriera di questi due calciatori, i quali a loro volta si impegneranno a mettere in campo tutta l’esperienza maturata in anni di attività al cospetto di club davvero notevoli.

Anche l’arrivo di Federico Ricci fa parte della medesima strategia: l’esterno romano ha sì tanti club alle spalle, ma non è mai riuscito ad incidere davvero, risultando per lungo tempo una sorta di promessa mancata; ora invece si trova in un club fortemente motivato, con tutta la fiducia possibile da parte di società, dirigenza e allenatore. Non si può che augurargli che sia il definitivo lancio di una carriera che si è avvicinata alla ribalta diverse volte, non riuscendo mai a decollare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here