Durante i primi mesi di vita i bambini desiderano essere toccati e accarezzati e chi si prende cura di loro può farlo con amorevoli coccole.

Per stimolare il senso del tatto, i genitori possono dedicarsi ai loro piccoli regalando loro dei momenti unici fatti di coccole tattili, accarezzandone la pelle durante il cambio del vestito o del pannolino, facendo un massaggio durante e dopo il bagnetto, magari con della crema idratante o del borotalco neutro.

Il tatto è un senso importante, che può essere sviluppato anche in ambito ludico e ricreativo, in ambienti creati su misura: le aree per bambini pensate da Magica Compagnia sono luoghi dove educatori ed educatrici esperte potranno dedicarsi all’intrattenimento del vostro piccolo, aiutandolo nella scoperta del mondo.

Come sviluppare il senso tattile

Il tatto si sviluppa nei primi mesi di vita grazie all’interazione con i genitori, durante l’allattamento e con lo scambio di abbracci e coccole. Durante la crescita il tatto diventa uno strumento che aiuta l’esplorazione del bambino stimolando la sua autonomia. A partire dai 4 mesi di vita, il bambino inizia a portare le manine alla bocca, cerca di esplorare il corpo toccandosi i piedini per poi, intorno ai 7 mesi, passare ad afferrare gli oggetti intorno a sé. In questa fase è possibile stimolare il senso del tatto con i giochi sensoriali, suggeriti anche dal metodo della pedagogista Maria Montessori.

Tra i giochi suggeriti troviamo libri tattili fatti di stoffa o cartone rigido ricoperti da ritagli di tessuto, velluto o morbido pelo, materiali che regalano magnifiche sensazioni al bambino.

Un altro gioco tattile molto comune è il tappeto sensoriale caratterizzato da differenti parti realizzate in vari materiali e in rilievo: ciò permette al bambino di scoprire diverse superfici. Il bambino si divertirà ad accarezzare, sollevare e muovere il tappeto mentre gattona.

Come non citare l’immancabile pongo, una pasta modellante colorata che suscita la creatività attraverso la manipolazione nel momento del gioco. Esiste anche il Didò, una pasta modellante adatta per i bambini sotto i tre anni perché, essendo più compatta, non si sbriciola e non si attacca alle superfici.

Giocare con il pongo e il Didò è davvero divertente sia per grandi che piccini. Le creazioni che si possono realizzare sono tante: si va da piccoli e colorati animali come coniglietti, gattini e cagnolini, a forme geometriche, bambole, macchinine, torte e caramelle colorate.

Dopo aver realizzato queste piccole opere d’arte colorate e dopo averle fatte riposare alcuni minuti, si possono raccogliere in un cestino con dei fiori secchi da tenere come centrotavola: in questo modo il bambino avrà sempre in bella vista il suo capolavoro, sentendosi gratificato per il suo impegno.

I giochi sensoriali sono molto importanti e sono spesso usati dagli educatori negli ambienti ricreativi per i momenti ludico-educativi, per aiutare a sviluppare il senso tattile ed esplorare il mondo circostante, sviluppando l’autonomia del bambino.

Ricordate che questi sono giochi semplici alla portata di tutti e possono essere proposti anche a casa con la famiglia. Approfittate di questa occasione per divertirvi con il vostro bambino e tornare piccoli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here