Firenze, un museo a cielo aperto

Definire Firenze un capolavoro a cielo aperto può essere riduttivo. Non è esagerato definirla infatti una delle città più belle non solo d’Italia, ma d’Europa. Sono poche infatti le città che possono vantare una così elevata concentrazione di arte, storia, cultura e bellezza architettonica.

Se a queste vi aggiungiamo una cucina locale fatta di carni e vini di qualità pregiata, ci rendiamo conto del fatto che Firenze possa essere davvero la meta ideale per trascorrere un week-end fuori porta che riesca a combinare relax e cultura.

Chi si appresta a trascorrere un giorno o un fine settimana nel capoluogo toscano non rimarrà assolutamente deluso.

Definita la culla del rinascimento, le opere d’arte e le strutture architettoniche dei più grandi artisti di tutti i tempi sono ancora presenti a testimoniare il loro genio e la loro creatività.

Andiamo pertanto a vedere quali sono le principali attrazioni turistiche della città.

Le attrattive principali della città

Partiamo dalla Galleria degli Uffizi, una delle più grandi e ricche collezioni d’arte d’Europa. Tantissimi dei dipinti di cui sentiamo parlare nei documentari o che abbiamo studiato nei libri d’arte sono ospitati qui. Capolavori del Verrocchio, di Raffaello, Caravaggio, Leonardo da Vinci, solo per menzionarne alcuni, ci faranno fare un viaggio indimenticabile nella bellezza artistica.

La lunga fila di turisti disposti ad aspettare pazientemente il loro turno per entrare, testimonia la ricchezza dei tesori che potremo trovare al suo interno.

Il ponte vecchio offre uno scorcio ripreso tantissime volte in foto storiche e ritratti di artisti. Conferisce un’atmosfera romantica ed un po’ malinconica alla zona. Al suo interno possiamo ritrovare le botteghe degli orefici, che ad un punto della storia sono stati invitati a prendere il posto di macellai e venditori di verdure che prima commerciavano al posto loro.

La statua dedicata a Benvenuto Cellini sta a ricordare il legame tra il ponte ed il mondo affascinante della lavorazione dell’oro.

Il Corridoio Vasariano, che collega Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti, passa al di sopra delle botteghe del ponte.

Proprio il Palazzo Vecchio, che troneggia in Piazza della Signoria, colpisce i turisti per la sua maestosità, a cui contribuisce la torre di Arnolfo, che spicca verso il cielo con i suoi 94 metri di altezza.

La Basilica di Santa Croce trasuda della storia di Firenze e non solo. Nella cappella dei Pazzi avvenne la congiura dei Pazzi, nella quale venne ucciso Giuliano dei Medici.

Nella Basilica sono inoltre raccolte le spoglie di Ugo Foscolo, di Michelangelo, Galileo Galilei e di altri grandi protagonisti della scena artistica, scientifica e letteraria del nostro paese.

Piazza Duomo, con la Cupola del Brunelleschi, il Duomo in marmo verde e bianco e la Torre di Giotto, rapisce lo sguardo dei visitatori, con una vista che toglie il fiato.

Merita una menzione speciale la Galleria dell’Accademia, conosciuta anche come l’accademia di Michelangelo, grazie alle numerose creazioni del genio in essa contenuta; uno su tutti, il David di Michelangelo, un capolavoro assoluto che trasmette una forza ed un’espressività unici.

Si può raggiungere Firenze dall’aeroporto di Pisa. Uno dei modi più comodi ed economici può essere attraverso i maxi taxi. Sul sito www.pisaairporttransfers-italy.com puoi trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here